top of page
Cerca

Individuazione dell’attività prevalente per la holding operativa senza indicazioni

I ricavi dichiarati sono aumentati del risultato positivo della gestione finanziaria


Gestione Finanziaria e ISA - holding operative

La corretta individuazione dell'attività prevalente per le holding operative, in assenza di indicazioni specifiche, rappresenta un dilemma rilevante nel contesto della fiscalità aziendale. Questo articolo esplora i criteri definiti nei decreti di approvazione degli ISA (Indici Sintetici di Affidabilità) e le implicazioni di tali normative sulle holding operative, in particolare sulla gestione finanziaria.


Il Contesto Normativo degli ISA

I decreti di approvazione degli ISA delineano che gli indici si applicano ai contribuenti esercenti attività d'impresa, con particolare attenzione alle attività indicate nei decreti stessi. L'articolo 2, comma 6, del DM del 8 febbraio 2023, precisa che per "attività prevalente" si intende l'insieme delle attività che generano il maggiore ammontare di ricavi o compensi.


L'Importanza dei Ricavi e Compensi

Nelle istruzioni generali per la compilazione degli ISA, si ribadisce che l'attività prevalente è determinata dal maggiore ammontare di ricavi o compensi. Questo criterio è fondamentale anche nella compilazione del prospetto "Imprese multiattività" dei modelli ISA.


Peculiarità delle Holding Operative

Le holding operative, identificate dal codice ATECO 70.10.00, presentano una situazione particolare. Secondo l'art. 4 comma 7 del DM del 8 febbraio 2023, per l'ISA CG06U, i ricavi dichiarati, ai fini dell'attribuzione del punteggio ISA, devono includere il "risultato positivo della gestione finanziaria".


Problematiche per le Società Multiattività

La metodologia per determinare l'attività prevalente nelle holding operative non è stata chiaramente definita. Questa lacuna normativa può creare difficoltà nell'identificazione dell'ISA applicabile a società che esercitano più attività.


La Mancanza di Coordinamento nelle Normative

Si evidenzia una mancanza di uniformità tra le grandezze utilizzate per l'individuazione dell'attività prevalente e quelle rilevanti per il calcolo dell'affidabilità fiscale. Ciò solleva questioni di incerta soluzione, specialmente considerando l'assenza di chiarimenti da parte dell'Agenzia delle Entrate.



FAQ

Q: Cos'è l'ISA? A: L'ISA è l'Indice Sintetico di Affidabilità, una normativa fiscale applicata ai contribuenti esercenti attività d'impresa.


Q: Qual è il criterio per determinare l'attività prevalente secondo l'ISA? A: L'attività prevalente è determinata dal maggiore ammontare di ricavi o compensi generati.


Q: Come viene affrontata la gestione finanziaria nelle holding operative secondo l

'ISA? A: Nelle holding operative, identificate dal codice ATECO 70.10.00, si richiede l'inclusione del risultato positivo della gestione finanziaria nel calcolo dei ricavi, per la determinazione dell'attività prevalente.


Q: Quali sono le problematiche incontrate dalle società multiattività nell'applicazione dell'ISA? A: Le società multiattività possono incontrare difficoltà nell'individuazione dell'ISA applicabile a causa della mancanza di indicazioni specifiche per determinare l'attività prevalente, soprattutto in relazione al risultato positivo della gestione finanziaria.


Q: Qual è l'importanza di una maggiore chiarezza nelle normative ISA per le holding operative? A: Una maggiore chiarezza nelle normative ISA è fondamentale per garantire una corretta applicazione delle regole, evitare ambiguità e garantire che le holding operative possano conformarsi efficacemente alle normative fiscali.

Comments


bottom of page