top of page
Cerca

Visto di Conformità e Soglia a 70.000 Euro: Novità e Applicazioni nel Settore IVA

Un approfondimento sulla recente modifica normativa e le sue implicazioni per soggetti qualificati in base agli ISA


IVA: Soglia Esonero Aumentata

Introduzione

Nel panorama degli adempimenti tributari italiani, le recenti modifiche normative hanno introdotto un significativo cambiamento riguardante il visto di conformità e la soglia relativa ai crediti IVA. Con l'entrata in vigore del DLgs. 1/2024, si è assistito all'innalzamento della soglia per l'esonero dall'apposizione del visto di conformità, un cambiamento che incide notevolmente sulla gestione fiscale delle imprese.


Analisi della Modifica Normativa sul Visto di Conformità


Innalzamento della Soglia per i Crediti IVA

Il decreto legislativo n. 1/2024 ha modificato l'art. 9-bis comma 11 lett. a) e b) del DL 50/2017, innalzando la soglia per l'esonero dal visto di conformità da 50.000 a 70.000 euro annui. Questo aumento riguarda i crediti IVA richiesti a rimborso o utilizzati in compensazione orizzontale nel modello F24.


Condizionamenti e Applicazioni Temporali

Sebbene il decreto sia entrato in vigore il 13 gennaio 2024, l'applicabilità della soglia aumentata è subordinata all'emanazione di un nuovo provvedimento dell'Agenzia delle Entrate. Questo provvedimento dovrà definire i livelli di affidabilità fiscale applicabili, secondo quanto previsto dall'art. 9-bis comma 12 del DL 50/2017.


Impatto sui Livelli di Affidabilità Fiscale (ISA)

L'ultima determinazione dei livelli ISA, effettuata con il provvedimento n. 140005 del 27 aprile 2023, si applicava al periodo d'imposta 2022. Con l'innalzamento della soglia, si prevede un possibile adeguamento degli indici di affidabilità fiscale necessari per beneficiare dell'esonero.


Dettagli Operativi e Implicazioni Pratiche


Esonero dal Visto di Conformità per il 2023

Per l'utilizzo del credito IVA relativo al 2023, emerso dal modello IVA 2024, si applica ancora il limite di 50.000 euro. Questo si estende ai crediti IVA maturati nei primi tre trimestri del 2024, nonostante le modifiche normative.


Compensazioni e Richieste di Rimborso

La soglia di 50.000 euro rimane applicabile alle compensazioni effettuate nel 2024, sia per il credito IVA annuale 2023 che per i crediti trimestrali 2024. Questa regola si applica anche alle istanze di rimborso, con un'attenzione particolare ai casi in cui è richiesta la prestazione di garanzia.


Aspetti Pratici e Consigli per l'Applicazione


La Gestione del Credito IVA e le Novità Normative

Per i soggetti fiscalmente affidabili, è fondamentale comprendere le nuove regole per gestire al meglio le proprie compensazioni e richieste di rimborso. La soglia di 70.000 euro, una volta operativa, richiederà un aggiornamento nelle strategie di pianificazione fiscale.


FAQ - Domande Frequenti

  1. Qual è il nuovo limite per l'esonero dal visto di conformità? Il limite è stato innalzato a 70.000 euro annui, rispetto ai precedenti 50.000 euro.

  2. Quando entrerà in vigore la nuova soglia? L'applicazione della nuova soglia dipende dall'emanazione di un provvedimento dell'Agenzia delle Entrate che definirà i nuovi livelli di affidabilità fiscale.

  3. Quali sono le implicazioni per i crediti IVA del 2023? Per i crediti IVA del 2023, continua ad applicarsi il limite di 50.000 euro, come stabilito dal provvedimento Agenzia delle Entrate n. 140005/2023.


Studio Romano e Associati | Commercialista Brescia

Google my business

Commentaires


bottom of page