Cerca

CONTRIBUTO A FAVORE DELLE IMPRESE PER L’ACQUISTO DI ENERGIA ELETTRICA

Il Decreto Legge 21/2022, denominato “Decreto crisi Ucraina” prevede delle agevolazioni per contenere i costi per energia elettrica e gas naturale in base a tre diverse categorie di imprese:


1) Contributo a favore delle Imprese non energivore

Alle imprese “non energivore” è riconosciuto un credito di imposta pari al 12% delle spese sostenute per l’energia elettrica acquistata e utilizzata nel secondo trimestre 2022.

Per beneficiare del credito d’imposta, le imprese devono possedere contatori con potenza disponibile pari o superiore a 16,5 KW ed è necessario che il costo per kilowatt/ora, calcolato sulla base della media del primo trimestre 2022, abbia registrato un incremento superiore al 30%.


2) Contributo a favore delle Imprese che consumano gas naturale per usi energetici diversi dagli usi termoelettrici.

Per le imprese diverse da quelle definite “a forte consumo di gas naturale” e che quindi utilizzano il gas naturale per usi energetici diversi dagli usi termoelettrici, è previsto un credito d’imposta pari al 20% delle spese sostenute per l’acquisto del gas consumato nel secondo semestre 2022.

La condizione necessaria è che il prezzo del gas naturale, calcolato come media riferita al primo trimestre 2022, abbia subìto un incremento superiore al 30% rispetto al corrispondente prezzo del primo trimestre 2019.


3) Contributo a favore delle Imprese energivore.

Per le imprese “energivore” e “a forte consumo di gas naturale”, il D.L. 21/2022 (“Decreto energia”) ha riconosciuto due specifici crediti d’imposta per il secondo trimestre 2022:

  • per l’energia elettrica, la misura dell’agevolazione è pari al 20 % degli acquisti avvenuti nel secondo trimestre 2022;

  • per l’acquisto di gas naturale, la misura è pari al 15 % del costo del gas consumato nel secondo trimestre 2022.

Il “Decreto crisi Ucraina” ha elevato le percentuali rispettivamente al 25 % (per l’energia elettrica) e al 20 % (per il gas naturale).

Questi crediti di imposta devono essere utilizzati entro il 31.12.2022 e possono essere interamente ceduti ad altri soggetti, quali banche o altri intermediari finanziari.

Infine, per contrastare gli effetti dell’aumento dei prezzi delle forniture di energia elettrica e di gas naturale, per le imprese è prevista la possibilità di rateizzare fino a 24 rate mensili quanto dovuto per i consumi energetici di maggio e giugno 2022.

Possono beneficiare della rateazione le imprese clienti finali di energia elettrica e di gas naturale con sede in Italia e la rateizzazione va richiesta al fornitore dell’elemento energetico.


Restiamo a disposizione


Studio Romano & Associati